La scuola inglese raccontata “dai piccoli”


Abbiamo diversi amici che ogni tanto ci chiedono notizie, aneddoti, informazioni e noi spesso chiediamo ai nostri figli di rispondere direttamente… finché ieri Riccardo ridendo ha commentato così le ultime domande: “Ma questa è un’intervista!” 🙂 …. detto e fatto, l’abbiamo preso in parola!

Riky inizialmente voleva addirittura una intervista filmata ma Francy l’ha convinto che un’intervista scritta poteva andare più che bene!

Riccardo frequenta l’Y3 (più o meno la terza elementare) e Francesca l’Y5 che è il penultimo anno della Primary School.

Ecco cosa ne è venuto fuori:

Come comincia la giornata quando ti svegli?
Riky: io chiedo alla mamma di svegliarmi presto verso le 6:30 così posso giocare, dopo che mi sono lavato e vestito. Ah! … e faccio colazione e poi gioco ancora!
Francy: si ma poi ci laviamo anche i denti. E comunque anche io mi sveglio presto ma verso le 7.

ma a che ora uscite di casa?
Francy: mi sembra che usciamo verso le 8:30, con la mamma! Accompagniamo Riky a prendere il Bus poi se intanto arrivano le mie amiche io vado a scuola con loro oppure se non le vedo arrivare vado da sola.

e cosa succede appena arriviate a scuola?
Riky: appena arrivi fai gli esercizi che non hai finito il giorno prima oppure puoi leggere dei libri. Poi c’è l’appello dove puoi dire se hai portato il lunch bag o se mangi in mensa.
Francy: poi a volte c’è l’Assembly.

Che cos’e’ l'”Assembly”?
Riky: è quando ti spiegano delle cose. Lo facciamo il Monday. Tipo l’ultimo Monday abbiamo detto che non siamo tutti uguali ad esempio se a uno non piacciono le carote e cose così…
Francy: noi lo facciamo il Venerdì. Tutte le classi si radunano e discutiamo di qualcosa oppure cantiamo e ci prepariamo per la festa di fine anno. Quelli dell’Y6 che poi cambiano scuola fanno proprio una recita.

Raccontaci qualcosa della tua classe?
Riky: noi cambiamo i posti a seconda della materia tipo Mental Maths oppure Music, Spanish, Reading, Computing… ma giochiamo anche tanto.
Francy: noi abbiamo tantissimi libri. Sembra di essere in una libreria. Poi abbiamo sempre un Topic tipo il Far West poi abbiamo avuto la Grecia, poi Narnia il film, poi abbiamo studianto lo Space dai pianeti all’universo. Ora facciamo Around the World. Abbiamo iniziato da Cambridge ma il secondo sarà Italy perchè la settimana scorsa abbiamo portato quelle due teglie di pizza 🙂 Ah! in classe siamo in 22.

e quante maestre avete?
Riky: io ho 3 maestri. Nel senso che ho sempre Miss L ma a volte c’è Mr F o Miss S. Poi ci sono altre due maestre, ma non insieme, che aiutano quel bimbo che ha dei problemi. Poi c’è il maestro di ginnastica che sa un po’ l’italiano.
Francy: io invece ho un maestro, Mr E. e poi altri due perchè al Venerdì ci sono tante attività tipo cucina, computer, arte… e facciamo Mad Science, gli esperimenti degli scienziati pazzi!

Giocate anche fuori?
Riky: si, tutti i giorni almeno un’ora. Se piove tanto allora stiamo dentro.
Francy: si!, si va fuori anche se fa freddo o se piove e non si può rientrare a meno che non c’è un motivo tipo che stai male. Possiamo anche mangiare fuori.

E i compiti?
Riky: a volte si fanno da soli e a volte in gruppo ma si fanno a scuola. Abbiamo pochi compiti a casa.
Francy: noi invece abbiamo un compito alla settimana da fare a casa e poi studiamo anche flauto traverso nell’altra scuola.
Riky: ma quello non è un compito! 😛

Domanda difficile: ti piace di più la scuola inglese o la scuola italiana?
Riky: quella inglese perchè i bambini si comportano meglio e in classe non si fanno i giochi stupidi. Poi a volte possiamo sederci per terra. E appendiamo di tutto. Tutto quello che facciamo si appende poi quando non vanno più di moda li mettiamo in un quaderno che alla fine dell’anno ci portiamo a casa.
Francy: … e poi non ci sono le suore che urlano! E al pomeriggio ho tanto tempo per giocare con le mie amiche. A volte vengono a casa mia e a volte vado io a casa loro e quando ho bisogno mi aiutano con i compiti di inglese. Coi compiti di Art invece le aiuto io.

Cosa ti manca della scuola italiana?
Riky: alcuni bambini.
Francy: le mie amiche.

Anche qui avete tanti libri?
Riky: si ma non si portano a casa. Non ho una cartella 🙂
Francy: noi abbiamo tantissimi libri ma non li portiamo a casa.. non è coma in Italia che avevamo delle cartelle pesantissime. I libri stano a scuola e porti a casa solo un libro da leggere che rimane a casa fin che non hai finito.

E il pranzo?
Riky e Francy: Mangiamo a scuola. C’e’ la pasta, la pizza, il pollo, spesso i piselli o l’insalata. E’ buono ma non sempre.

… a questo punto Francy ci ricorda che dovevamo fare merenda, dichiara chiusa l’intervista e scappa di sotto…

Riky, ancora una cosa, ti piace andare a scuola?
Riky: Si 🙂 E allora perché piangevi all’inizio? Perchè avevo un po’ di paura… che non sapevo l’inglese. Adesso invece è diverso. Ti piace parlare inglese? Si, mi trovo meglio perchè la lingua è più pulita nel senso che non ci sono i suoni forti tipo “rrrrr” e poi adesso so tre lingue: italiano, inglese e spagnolo…. Nos vemos!

… e scappa anche lui…

2 pensieri su “La scuola inglese raccontata “dai piccoli”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...