About friendship


ABOUT FRIENDSHIP

Un po’ come quella famosa rana
che, più volte, lentamente, muore nel pentolone
altrettanto lentamente si consuma
chi prigioniero delle proprie abitudini
non prende coraggio
non cambia strada
non segue una passione.

Ma in disaccordo a quel che in genere si pensa
ci va ben coraggio a trovare il tempo per partire
perché
non é questione di conoscere cosa lasci
non si tratta di rinnegare o di odiare
non è questione di non voler lottare…

Qui si parla di libertà, di amore, di sogni.
Si cerca un mondo senza confini
e gli si va in contro per tentare di costruirlo.
Senza doversi lasciare qualcosa alle spalle.
Piuttosto con continuità, come un cammino.

Qui si parla di fuggire dai saggi consigli
senza temere il giorno dei rimpianti
gustandosi al meglio l’oggi nella convinzione che ogni domani
sarà sempre capricciosamente migliore.

E se
«Partire è un po’ morire […]
perché lasciamo un po’ di noi stessi
in ogni luogo e in ogni istante»
allora a darmi forza è la constatazione
di aver lasciato un segno
su chi generosamente ha condiviso un tratto del suo cammino col mio.
Un segno che come un faro
incoraggia
ogni nuova avventura.

 

Poi, come disse qualcuno:

«Remembering that I’ll be dead soon is the most important tool I’ve ever encountered to help me make the big choices in life. Because almost everything — all external expectations, all pride, all fear of embarrassment or failure — these things just fall away in the face of death, leaving only what is truly important. Remembering that you are going to die is the best way I know to avoid the trap of thinking you have something to lose. You are already naked. There is no reason not to follow your heart.

4 pensieri su “About friendship

  1. … sì è vero si lascia un segno, una traccia. Ho ritrovato un vecchio foglio per caso (per caso???) in un angolo di casa mia. Quel foglio è tuo … è quella la storia da raccontare, manca poco per scriverla, solo più due o tre punti che non vedo bene ed è fatta … la scrivo eccome se la scrivo!!!!
    Ciao Paolo!!!! Ovunque tu sia 🙂
    Luigi

  2. E come disse qualcun altro… la risposta sta dentro di te… e però è sbagliata!

    9 Niente è più infido del cuore 
e difficilmente guarisce!
 Chi lo può conoscere?
    (Geremia 17)
    26 Chi confida nel suo cuore è uno stolto,
 chi cammina nella saggezza sarà salvato.
    (Proverbi 28)
    37 Il Signore parlò a Mosè e disse: 38 «Parla agli Israeliti … vi ricorderete di tutti i comandi del Signore e li eseguirete; non andrete vagando dietro il vostro cuore e i vostri occhi, seguendo i quali vi prostituireste.
    (Numeri 15)
    [2] Non seguire il tuo istinto e la tua forza, assecondando le passioni del tuo cuore.
    (Siracide 5)
    18 Invece ciò che esce dalla bocca proviene dal cuore. Questo rende impuro l’uomo. 19 Dal cuore, infatti, provengono propositi malvagi, omicidi, adultèri, impurità, furti, false testimonianze, calunnie. 20 Queste sono le cose che rendono impuro l’uomo.
    (Matteo 15)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...